skip to Main Content

In volo verso l’Australia, giorno 1

Partire dall’Italia verso l’Australia vuol dire sapere, sulla carta, a cosa si va incontro, ma non saperlo davvero.

Te ne rendi conto solo mentre lo stai vivendo che 20 ore circa in aereo fanno qualche effetto, alla fine.

Partenza da Malpensa verso le 2 del pomeriggio circa, pieno sole, massima carica.

Scegli bene il tuo volo

La svolta nel viaggio la fa la compagnia scelta, a mio umile parere. Sono stato fortunato, con Emirates mi sono trvato davvero bene, si viaggia comodi, sono veloci nelle procedure e davvero molto, molto cordiali.

Passano continuamente ad offrire acqua, the, caffè e bibite, si può chiedere il bis dei pasti.

Airbus 380 come velivolo, due piani. Al piano superiore business e luxory, all’inferiore economy che, diciamocelo, in confronto a ryanair è palazzo reale.

6 ore di volo per raggiungere lo scalo a Dubai. Il centro nevralgico dello shopping, del turismo e del lusso del medio oriente. Solo 2 ore di pausa tra un volo e l’altro, per ottimizzare, giusto il tempo di far due passi tra i negozi e trovare quasi solo elettronica, oro e qualche marca rinomata di abbigliamento.

Di nuovo in volo poco dopo quindi, per altre 14 ore solcando i cieli dell’oceano indiano, 10000 km circa di mare, mare, mare. Il fattore più interessente è stato che, a 6 ore dalla partenza da Milano, trovare buio a Dubai è nell’ordine dell’orologio biologico, solo che erano le 23 circa a Dubai.Durante il volo Dubai – Sidney i fenestrini vengono tenuti costantemente abbassati, per permettere a tutti il sonno. Solo che fuori il sole era alto e fortissimo, pieno giorno. Me ne sono accorto dalle immagini delle telecamere poste sul velivolo che, tra l’altro, permettono di vedere il territorio sotto l’areo e l’atterraggio, molto suggestivo.

Ho avuto la fortuna di avere posti liberi di fianco al mio in aereo, per cui molte di quelle 14 ore le ho passate doromendo sdraiato, comodissimo.

il pasto sul volo Dubai – Sydney

E così le 14 ore sono volate e Ben presto ho messo piede sul suolo australiano.

I controlli all’aeroporto in Australia non sono stati severi come si vede in “airport security”, magari è stato un caso, magari dipende solo dalla zona di provenienza. Durante il volo chiedono di compilare un documento indicando i contatti, i motivi del viaggio e cosa si trasporta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: